News | 11 Settembre 2019 | Autore: redazione

​ADAS obbligatori dal 2022
Auto, furgoni, autocarri e autobus dovranno disporre di un allarme per avvisare il conducente in caso di sonnolenza e distrazione. Dovrà essere previsto un sistema di adattamento intelligente della velocità, dotato di telecamere e sensori per la sicurezza in retromarcia e di una “scatola nera” che registri i dati in caso d’incidente.

Sarà obbligatorio disporre di un sistema di assistenza al mantenimento della corsia, di avanzati dispositivi di frenata di emergenza e di cinture di sicurezza migliorate sulla base di crash test. Per autobus e autocarri, l’Europa prevede requisiti specifici finalizzati a eliminare gli angoli ciechi e dispositivi sulla parte frontale e laterale del veicolo, che permettono di individuare e segnalare la presenza di utenti vulnerabili sulla strada, rendendo più sicura la svolta.

In questo modo la Commissione Europea prevede di salvare oltre 25.000 vite umane e di evitare almeno 140.000 feriti gravi entro il 2038, favorendo la realizzazione dell’obiettivo di azzerare il numero di vittime e feriti entro il 2050.

Photogallery

Tags: adas

Leggi anche

APPROFONDIMENTI | 27/06/2019ADAS Mobile: verso l’ADAS e anche oltre
2019© Collins Editore - P.Iva 13142370157