News | 17 Febbraio 2022 | Autore: redazione

​Cybersecurity: Reinova trova l’intesa con Block Harbor

Reinova e Block Harbor annunciano la partnership per lo sviluppo sulla cybersecurity del veicolo nel settore automotive.


Più cybersecurity nel settore automotive: è questo l’obiettivo di Reinova, società specializzata nello sviluppo di componenti per i motori ibridi ed elettrici, che ha annunciato di aver trovato l’intesa con l’americana Block Harbor Cybersecurity, unendosi in una vera alleanza.

L’obiettivo, come si legge nella nota stampa, è quello di sviluppare ancora una volta prodotti e servizi nella cybersecurity dei veicoli. Reinova definisce così il suo nuovo partner: “Block Harbor è fornitore dei principali OEM e fornitore Tier 1 ed è partner collaudato nella cybersecurity automobilistica e dei veicoli”.
L'approccio di Reinova si focalizza attraverso la centralità del cliente, con un focus su servizi di R&S, test e validazione su componenti e software per i veicoli del futuro, i suoi moduli e i pacchi batterie. Il CEO Giuseppe Corcione ha subito definito un bisogno sui futuri riguardi nella sicurezza dei veicoli connessi ed è stato in viaggio per trovare soluzioni per il veicolo di nuova generazione.
L'azienda americana lancerà le attività di laboratorio nel Q2 2022, dalla sede di Reinova Laboratories nella Motor Valley.

“La potente partnership fornirà le competenze e il supporto per affrontare la cybersecurity nei sistemi automobilistici e dei veicoli. Avere la propria sede nella Motor Valley le permetterà di servire direttamente la sua comunità attraverso il laboratorio REINOVA x Block Harbor Vehicle Cybersecurity, dichiara Reinova.
L’azienda, inoltre, precisa che il 2022 segna un punto di svolta nel mercato della mobilità e delle auto connesse per quanto riguarda l'allineamento dei requisiti di cybersecurity nei veicoli per l'Europa. “L'Unione europea ha approvato la UNR 155 con entrata in vigore a partire da giugno, segnando una scadenza per gli obblighi normativi di cybersecurity per l'industria automobilistica.  Il futuro della connettività dei veicoli, l'elettrificazione e l'autonomia insieme ai corrispondenti modelli di business dipendono dalla cybersecurity”, prosegue Reinova.

Inoltre, l’azienda di Soliera (MO) ha deciso di investire in risorse per sostenere l'infrastruttura e la formazione del personale nel campo della sicurezza informatica, creando così una specifica Academy.

Grazie al supporto fondamentale del Gruppo Adecco, l'Accademia permetterà ad entrambe le entità di rafforzare il set di competenze teoriche e pratiche in cybersecurity per contribuire a creare solide basi per la mobilità del futuro.

“Il veicolo connesso sta diventando più complesso con le integrazioni dei sistemi EV e autonomi. Le integrazioni stanno permettendo metodi di test più sofisticati. Block Harbor e Reinova si sono uniti per creare un approccio di continui test all'avanguardia per la verifica e la convalida della cybersecurity automobilistica e dei veicoli. La cybersicurezza è necessaria ora più che mai, dato che il veicolo diventa più connesso. I veicoli del futuro saranno testati nei Reinova x Block Harbor Labs con una ricerca continua direttamente nell'industria.  Reinova x Block Harbor assicurerà che il futuro a basse emissioni di carbonio del veicolo autonomo sarà il più sicuro possibile”, conclude Reinova.

Photogallery

Tags: reinova