Approfondimenti | 11 Marzo 2019 | Autore: A cura della redazione

​Carrozzerie e Flotte NLT: è online l’Osservatorio

Il comparto del noleggio cresce ancora: il turnover supera i 6 miliardi di euro. Insieme agli ultimi aggiornamenti del settore, vediamo grazie al nostro terzo Osservatorio la situazione delle carrozzerie affiliate alle principali flotte di noleggio a lungo termine.

 

Torna puntuale anche il terzo Osservatorio di carrozzerie affiliate alle principali flotte di noleggio a lungo termine in Italia.

La situazione dal punto di vista dei player coinvolti è rimasta invariata, quello che cambia è che quest’anno abbiamo esteso la ricerca anche a livello provinciale.
Ma andiamo con ordine.
 

Carrozzerie affiliate: gli ultimi aggiornamenti

Sono due le aziende che hanno visto crescere il numero di affiliati rispetto al 2018: Car Server e LeasePlan. In generale, comunque emerge una leggera contrazione dei centri convenzionati.

In dettaglio, la situazione è la seguente: Car Server si conferma al primo posto (1.313), seguito da Arval (1.104), ALD Automotive (542), Leasys (357), LeasePlan (310) e Athlon (170).
I dati di ogni operatore in alcuni casi sono stati ricavati dai portali ufficiali di assistenza al cliente dei vari network e tutti i network coinvolti sono stati contattati per fornirci i propri dati ufficiali. Per consultare l'Osservatorio completo la rivista di Carrozzeria Autorizzata di marzo è online (la registrazione è gratuita): clicca qui.

I dati provenienti dalle aziende, e quelli presenti sui portali assistenza, sono stati poi incrociati come verifica ulteriore. In alcuni casi i network non hanno fornito i dati del proprio network, quindi sono stati riportati i soli dati presenti sui portali assistenza. In fondo a ogni scheda, che trovate in fondo alle schede, è presente comunque la metodologia utilizzata per il rilevamento.
 

Noleggio in Italia: risultati

A svelare gli ultimi risultati del noleggio in Italia è ANIASA, grazie al suo Rapporto: più di 6 miliardi di fatturato, con un incremento del 7,7% rispetto al 2016.

Contribuisce al raggiungimento di questa soprattutto il noleggio a lungo termine con un turnover di che sfiora i 5 miliardi di euro (4,9 miliardi per essere precisi), +9% sul 2016.
Nel 2017 il noleggio a lungo termine ha registrato uno sviluppo del 18%, pari a una crescita di 120.000 veicoli in flotta. Si tratta di un’accelerazione di grande rilievo, che ha prodotto nel biennio 2015/2017 un aumento di oltre 200mila unità, laddove nel biennio precedente 2013/2015 l’apporto era stato di circa 50mila unità.

L’incidenza di questa formula di acquisizione, misurata sul parco circolante autovetture fino a 7 anni di anzianità (come conviene visto che il noleggio non supera i 5 anni, salvo eccezioni), è stata lo scorso anno pari al 5,5%, mentre era il 2,5% nel 2010 e appena l’1% a inizio secolo.
 

Analisi della flotta

A fine 2017 la flotta gestita in noleggio a lungo termine è arrivata vicina a quota 800.000 veicoli.
Un risultato record che riflette il momento storico che il settore sta attraversando e le strategie messe in atto dai noleggiatori.

Il passaggio nel 2016 da 585 a 674.000 veicoli (+89.000) e nel 2017 da 674 a 794.000 (+120.000) non rappresenta solo un biennio estremamente favorevole, ma segna, ormai, la centralità del noleggio nei processi di acquisizione del bene veicolo da parte di aziende di ogni dimensione e di una parte, ancora minore, ma in forte espansione, di liberi professionisti e, impensabile in Italia fino a pochi anni fa, di privati.
Relativamente alla tipologia dei veicoli, si evidenzia che le vetture hanno prodotto il maggiore incremento, oltre il 19%, nonostante sia il segmento di gran lunga più cospicuo, con quasi 4 contratti di noleggio ogni cinque in circolazione. I veicoli commerciali, che coprono la restante parte della flotta, hanno segnato una crescita superiore ai 12 punti percentuali, confermando l’importante incremento già registrato nel 2016 quando la flotta passò da quasi 126mila unità a oltre 152mila, pari ad un incremento del 21%.

Tornando alle vetture, con quasi 621mila unità la penetrazione sul parco circolante nazionale è in costante aumento. Nel 2017 è arrivata all’1,67%. Percentuale che arriva al 5,5% se rapportiamo la flotta vetture gestita in noleggio a lungo termine al circolante auto italiano con anzianità non superiore ai 7 anni.
 

Analisi delle immatricolazioni

Le società di noleggio a lungo termine hanno immatricolato nel 2017 oltre 258.000 vetture segnando una crescita percentuale del 13%, mentre il resto del mercato (escluso il NLT) è aumentato del 7%. Si tratta di un ulteriore segno dell’importanza crescente che questo sistema di acquisizione e gestione delle auto riveste per il mondo business (e non solo, visto che ormai un numero sempre maggiore di privati cittadini sceglie di adottarlo, in luogo dell’acquisto).

La penetrazione delle immatricolazioni delle vetture del noleggio a lungo termine sul totale delle immatricolazioni del mercato ha raggiunto nel 2017 il 13%, nel 2013 era, invece, pari al 10%.
Tra i clienti del noleggio a lungo termine non vanno trascurate le società di rent-a-car che, attraverso la modalità del rent to rent, noleggiano dalle società di NLT le vetture per poi rinoleggiarle ai propri clienti. Si tratta di una metodologia ormai consolidata e sempre più apprezzata dagli operatori che ha il vantaggio di non impegnare risorse finanziarie per l’acquisto delle vetture, pagando esclusivamente un canone di noleggio. Nel 2017 il ricorso al rent to rent è cresciuto rispetto al 2016. Gli operatori dello short term hanno acquisito oltre 51.000 vetture contro le 49.000 del 2016.

Segnano invece il passo le immatricolazioni di veicoli commerciali che calano del 10% rispetto al 2016, passando da quasi 46.000 a quasi 41.300 unità.
Dal punto di vista delle immatricolazioni per alimentazione il diesel, nonostante il battage mediatico negativo, continua ad essere l’alimentazione preferita dalle aziende, quasi 4 vetture su 5 sono diesel. Le alimentazioni a benzina si attestano al 18%; nota positiva per le ibride, che aumentano la quota al 2,4% crescendo del 61%. Ottima anche la performance delle immatricolazioni GPL che crescono del 56%. Calano invece gli acquisti di auto a metano (–16%).

Photogallery

Tags: autonoleggio carrozzeria aniasa

Leggi anche

2019© Collins Editore - P.Iva 13142370157