Approfondimenti | 05 Novembre 2019 | Autore: Alessandro Margiacchi – Cristina Palumbo

Osservatorio flotte NBT: il noleggio chiama, l’assistenza risponde

Diamo i numeri: scopriamo quali sono i principali player di noleggio a breve termine e la loro diffusione in Italia. Un settore sempre più importante in ottica multiservice e che offre importanti opportunità di business per i professionisti della riparazione e della carrozzeria.
 

Va sempre più crescendo la quota di veicoli destinati alle flotte di noleggio a lungo e breve termine: gli ultimi dati ANIASA, l’associazione che di fatto rappresenta le aziende di noleggio, infatti, stimano al 25% l’incidenza della quota percentuale dell’immatricolato destinata a questo comparto. I dati complessivi dello scorso anno indicano una flotta sopra il milione di veicoli e un fatturato che ha raggiunto 6,8 miliardi di euro (+9,8% rispetto al 2017).

Ma perché realizzare un Osservatorio sulle flotte? Semplicemente perché la mobilità si fa sempre più condivisa ed è importante capire chi sono questi “nuovi” clienti di officine e carrozzerie. Considerando i chilometri che queste auto percorrono e il numero di automobilisti che si alternano alla guida della stessa vettura, è chiaro perché oggi il noleggio viene considerato un’opportunità di business da parte della filiera. Si tratta, infatti, di veicoli che necessitano di manutenzione costante e che devono essere riconsegnati in perfette condizioni.

La flotta chiama il multiservice

Il gestore di una flotta, dunque, diventa oggi più che mai un canalizzatore importante, ma che richiede competenze molto più ampie rispetto a un privato. Questi canalizzatori, infatti, sono alla ricerca di centri “multiservice”: interlocutori per tutti gli interventi, che si tratti di carrozzeria, meccanica, servizio gomme o elettronica. Insomma, di autoriparatori che siano in grado di gestire a 360 gradi gli eventi riparativi in tutto il ciclo di vita dell’auto.

I grandi canalizzatori, infatti, cercano imprenditori che sono pronti a mettersi in gioco e a investire sui servizi.
La filiera della riparazione indipendente, dunque, ha tante carte da giocarsi in questo match e l’autoriparatore, che inizia una partnership con una flotta, deve fare un salto di qualità e vedere la propria impresa sotto un’altra prospettiva.

Meccanici e carrozzieri si trovano a lavorare su auto molto giovani e dotate di tecnologie di bordo all’avanguardia. È necessario, quindi, partecipare a corsi di aggiornamento ed entrare nell’ottica di “multiservice”. In particolare, i carrozzieri oggi più che mai sono chiamati a un’evoluzione tecnologica importante (vedi la diffusione dell’elettronica e dei nuovi materiali) e a un ripensamento del proprio business. La riparazione, infatti, non sarà di carrozzeria o di meccanica, ma sarà semplicemente riparazione e nient’altro.
 

I numeri del noleggio a breve termine nel 2018

ANIASA, nel suo 18esimo Rapporto, ci dice che il settore del noleggio a breve termine ha sviluppato nel 2018 un giro d’affari pari a 1 miliardo e 229 milioni, registrando una crescita percentuale dell’1,8% rispetto al 2017.

La tariffa base del noleggio, che comprende gli elementi basic come il tempo di noleggio, il chilometraggio e una serie di oneri, tra cui quelli automobilistici, aeroportuali e ferroviari, ha generato il 67% del giro d’affari complessivo. Più in dettaglio, le società NBT hanno generato nel 2018 5,4 milioni di noleggi, pari a una crescita del 3,2% rispetto al 2017.

Nel 2018 sia le stazioni aeroportuali, sia quelle downtown hanno contribuito alla crescita del fatturato, ma con numeri e intensità diverse. Le stazioni in aeroporto hanno generato un giro d’affari pari a 789 milioni di euro in crescita dello 0,6%, quelle downtown hanno prodotto un ricavo di 440 milioni di euro, con un incremento percentuale rispetto al 2017 del 3,9%.
Segnaliamo, inoltre, che nel 2018 le società di noleggio a breve hanno immatricolato oltre 87.000 veicoli, registrando una contrazione del 18% rispetto al 2017. Le vetture comprate sono state 84.720 e i furgoni 2.584.
 

L’Osservatorio 2019

Per il terzo anno consecutivo il nostro Osservatorio sulle flotte di noleggio a breve termine propone una panoramica di quelle che sono le principali aziende attive in questo segmento di mercato (con almeno 10 punti di noleggio).

Presentiamo, quindi, un’infografica che permette di capire in modo chiaro e a “colpo d’occhio” quanti punti di noleggio fanno capo a una società e come sono dislocati lungo la penisola. Uno strumento utile che permette di valutare le potenziali esigenze di assistenza.

Consultando la rivista online, trovate le 20 società coinvolte nel nostro Osservatorio, una tabella che riassume la capillarità delle aziende nella Penisola e un altro grafico che esplicita l’andamento della diffusione in Italia dei player negli ultimi tre anni.



Per consultare l'Osservatorio completo, il secondo numero di Carrozzeria Autorizzata è online (la registrazione è gratuita): clicca qui.

 

Photogallery

Tags: autonoleggio aniasa flotte

Leggi anche

2019© Collins Editore - P.Iva 13142370157