News | 02 Agosto 2017 | Autore: redazione

Il DDL concorrenza è legge
Diventa legge il DDL concorrenza dopo l’approvazione del Senato che ha dato il via libera con 146 sì, 113 no e nessun astenuto. Dopo un percorso tortuoso, composto da stop e rinvii, il DDL Concorrenza si è chiuso oggi dal voto di fiducia di Palazzo Madama in quarta lettura.

Novità soprattutto per le assicurazioni: torna il tacito rinnovo sull’RC auto, reintrodotto con un emendamento approvato in Commissione attività produttive. Sempre in questo ambito, sono previsti sconti per i gli automobilisti che installano la scatola nera, accettano di sottoporre il veicolo a ispezione o di collocare un dispositivo che impedisce alla persona di accendere il motore se ha bevuto troppo. Tariffe più basse, inoltre, anche per i conducenti “virtuosi”, coloro che risiedono nelle aree a più alta sinistrosità e con prezzi medi maggiori. I criteri per applicare la scontistica spetteranno all’IVASS a cui aspetta anche la verifica. Nel caso di mancato sconto sono previste sanzioni amministrative per le assicurazioni da 5.000 a 40.000 euro.

Più in dettaglio nel testo del DDL N° 2085-B (legge annuale per il mercato e la concorrenza), all’articolo 3 del capo II (assicurazioni e fondi pensione) viene aggiunto il comma 11-bis all’articolo 148 del codice delle assicurazioni private, di cui al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, che cita come segue: “Resta ferma per l’assicurato la facoltà di ottenere l’integrale risarcimento per la riparazione a regola d’arte del veicolo danneggiato avvalendosi di imprese di autoriparazione di propria fiducia abilitate ai sensi della legge 5 febbraio 1992, n. 122. A tal fine, l’impresa di autoriparazione fornisce la documentazione fiscale e un’idonea garanzia sulle riparazioni effettuate, con una validità non inferiore a due anni per tutte le parti non soggette a usura ordinaria”.
 

Photogallery

Tags: assicurazioni ddl concorrenza scatola nera

Leggi anche