Approfondimenti | 22 Febbraio 2019 | Autore: Alessandro Margiacchi

Primo meeting AUTO180: l’unione fa la forza

Oltre 60 carrozzieri sono giunti a Bologna per il primo meeting del network AUTO180: la prima uscita pubblica è stata un successo.
 

Si è svolto ieri 21 febbraio presso il Zanhotel & Meeting Centergross di Bentivoglio (BO) il primo meeting del network AUTO180, la rete nata a settembre 2018 dalla volontà di 21 imprese “di carrozzeria per le carrozzerie”.

Un incontro che ha riunito più di 60 carrozzerie italiane e che ha gettato le basi per la costruzione di un gruppo che vuole davvero fare la differenza.
Presente all’evento tutto il management di AUTO180, che con grinta e voglia di fare ha ribadito la sua mission: creare sinergie tra gli associati per riuscire a rimanere competitivi in un mercato sempre più complesso, ma non solo.

Il gruppo, infatti, si presenta oggi come un centro di aggregazione capace di dialogare con fornitori e partner con semplicità e che vuole trasmettere agli automobilisti qualcosa di diverso, qualcosa che “lasci il segno”.

Insomma, il primo passo è stato fatto e vista la folta platea, non ci resta che seguire con attenzione i prossimi passi di questo network. A proposito di numeri, ricordiamo che la rete AUTO180 ha chiuso il 2018 con 63 affiliati, ma l’obiettivo è quello di raggiungere 150 carrozzerie entro il 31 dicembre 2019.
 

Un progetto ben pensato

Ma perché AUTO180 e non 360? All’incontro sono state spiegate le ragioni che hanno portato a questa scelta. Il motivo è semplice, come spiega la dirigenza: “Vogliamo comunicare che non facciamo tutto o di tutto, come molti promettono oggi, ma solo le cose che sappiamo fare bene, con professionalità e competenze”.

Il messaggio, dunque, è passato forte e chiaro: AUTO180 vuole portare avanti progetti trasparenti, ben pensati, ma soprattutto utili. Presto, infatti, sarà reso disponibile il sito internet della rete, facile e intuitivo, e un merchandising che vuole mettere a disposizione delle carrozzerie dei “gadget”, personalizzati con il marchio AUTO180, gettando così le basi per un uso coerente dello stesso e per la massimizzazione di notorietà e valore del brand.

Il grande pubblico, infatti, è alla ricerca di risposte concrete e di buon senso: la rete, infatti, si pone come obiettivo quello di essere un partner fedele per gli automobilisti con carrozzerie pronte a dare risposte semplici e che effettuano riparazione a regola d’arte.

La tavola rotonda

Spazio nel pomeriggio alle domande dalla platea e ad una tavola rotonda, animata da Tommaso Caravani di Carrozzeria Autorizzata. Un momento per conoscere i cambiamenti in atto nel mondo della carrozzeria e capire a cosa andrà incontro nei prossimi anni questo settore. Sul palco si solo alternati: Luigi Minen di Texa, Mario Fenzi di Car-O-Liner, Giancarlo Slongo di Tunap e Christian Secondin, presidente di AUTO180.

Un dibattito ricco di contenuti e di spunti, che ha messo al centro il carrozziere e la sua “inevitabile trasformazione”. Forti delle loro esperienze, i relatori hanno suggerito di creare momenti di incontro costanti e di mettere al centro le persone. Il mercato, infatti, sta cambiando: auto sempre più intelligenti, ADAS e calo dei sinistri.

Lo sa bene AUTO180, come si evince dalle parole di Christian Secondin: “Abbiamo voglia di fare, di conoscere e di metterci in gioco. Vogliamo conoscere le tecniche riparative per offrire agli automobilisti una giusta riparazione, ma soprattutto di valore”.
 

Appuntamento ad Autopromotec

Per chi è del settore, anno dispari significa “Autopromotec 2019”. Quest’anno, ci sarà anche AUTO180 che sarà presente con uno stand curato nei minimi particolari, di circa 100 mq. “Lo stand dovrà essere il luogo in cui far sentire i colleghi carrozzieri fra amici, a casa loro!”, ha dichiarato Fabio Porro, persona di riferimento che si occupa dell’organizzazione dell’attività di AUTO180.

L’appuntamento, dunque, è a Bologna dal 22 al 26 maggio (Pad. 26, Stand B20).
 
Gli obiettivi di AUTO180
  1. Aumentare la produttività dell’area commerciale: sviluppo di partnership a carattere nazionale e locale, tecniche di approccio al cliente, acquisti comuni e consolidati/gestione sinistri.
  2. Facilitare la gestione dei dati: strumenti informatici e piattaforme gestionali utili alla qualificazione e al posizionamento aziendale e condivisione con i grandi partner di mercato; incremento del proprio business.
  3. Valorizzare l’immagine e la professionalità degli affiliati.


 

Photogallery

Tags: network carrozzerie auto180

Leggi anche

2019© Collins Editore - P.Iva 13142370157