News | 10 Aprile 2019 | Autore: Alessandro Margiacchi

La carrozzeria e il multiservice al RicambistiDay 2019: gli interventi dei relatori
Come già preannunciato, il comparto della carrozzeria, che è stato protagonista al RicambistiDay 2019 durante il convegno pomeridiano moderato da Tommaso Caravani, ha e avrà sempre di più un ruolo specifico nei grandi cambiamenti che stanno attraversando questo settore.

In sintesi, ciò che è emerso è che la riparazione non sarà di carrozzeria o di meccanica, ma sarà semplicemente riparazione: ci stiamo dirigendo infatti verso un futuro multiservice.

Vi lasciamo qui di seguito una sintesi degli interventi dei relatori che hanno preso parte al convegno pomeridiano dal titolo: “Carrozzeria: tra network e multiservice i cambiamenti di un settore in rapida evoluzione”.

Si ringraziano, quindi, i protagonisti sul palco: Simone Mucciante di AutoSicura, Fabio Porro di Auto 180, Ranieri Marchisio di Rhiag Group e Roberto Sanvito di Basf.

Vi ricordiamo, infine, che l’appuntamento con la quinta edizione del RicambistiDay sarà il 19 marzo 2020 sempre a Verona al Centro Congressi VeronaFiere.

Per saperne di più sul convegno clicca qui.
 

Simone Mucciante – AutoSicura

AutoSicura, attività di carrozzeria che oggi ha ben 10 sedi e copre le piazze di Milano, Monza e Bergamo, è nata circa 4 anni fa con l’obiettivo di creare un network di carrozzerie di proprietà e che fattura circa 15 milioni di euro di riparazioni. “Era già all’epoca un’idea valida e innovativa, poi con l’ingresso del gruppo Belron® (Carglass®), che in altri paesi sviluppa già un franchising a livello nazionale, abbiamo deciso di creare con MSA (Multi-Serras) un network di 180 carrozzerie affiliate in tutta Italia: RipArte”, ha dichiarato Simone Mucciante. L’esigenza di creare RipArte era quella di avere una copertura nazionale per poter presentare dei progetti di assicurazione. Prima di RipArte, infatti, qualsiasi proposta di AutoSicura perdeva di interesse a causa della mancata capillarità territoriale della rete.
Quest’anno - continua Simone Mucciante -  RipArte dovrebbe superare i 4 milioni di euro di fatturato".


AutoSicura rappresenta di fatto un’azienda che è partita come carrozzeria ed è cresciuta attraverso acquisizioni e/o nuove aperture. Oggi, invece, si presenta come un’azienda multiservice che tratta riparazioni di meccanica, carrozzeria e gomme. L’esigenza di diventare specializzati su più fronti proviene soprattutto dalle richieste delle flotte (NBT o NLT) che hanno bisogno di trovare un unico interlocutore che assolva tutti i suoi bisogni.

Alla domanda su come AutoSicura gestisca i rapporti con l’aftermarket indipendente, Simone Mucciante ha risposto così: “per come è intesa AutoSicura noi già siamo nell’ottica che il ricambio è un business su cui non possiamo più contare. Infatti, sia le flotte sia questi nuovi network, come RipArte, si occuperanno loro della fornitura diretta dei ricambi: non è più scelta dell’imprenditore carrozziere scegliere il ricambio e dove procurarselo. Insomma, sto ‘educando’ la mia azienda a vivere senza i ricambi, puntando invece sulla manodopera, sulla logistica e sui servizi”.

 

Fabio Porro – Auto 180

Nata a settembre 2018, da 21 soci iniziali, Auto 180 al 21 marzo 2019 contava su una rete di carrozzieri composta da 70 affiliati su tutto il territorio nazionale. Il progetto è stato creato con l’obiettivo di “realizzare qualcosa che tutelasse la carrozzeria e che la rendesse centrale rispetto a un piano di business”.

Ma perché Auto 180 e non 360? Fabio Porro ha dichiarato: “Vogliamo comunicare che non facciamo tutto o di tutto, come molti promettono oggi, ma solo le cose che sappiamo fare bene, con professionalità e competenze”.
Convinto che il futuro sia il multiservice, oggi l’80% degli affiliati ad Auto 180 è già multiservice nell’ottica di soddisfare in pieno le esigenze degli automobilisti, ponendosi come un interlocutore unico.
Auto 180, inoltre, gestisce i ricambi in fatturazione centralizzata e si rivela un punto di riferimento per molti ricambisti con i quali crea rapporti sinergici.

Fabio Porro ha poi spiegato in sintesi il valore aggiunto derivante dagli acquisti centralizzati: un’ottimizzazione del processo di acquisto e amministrativo; un’accurata selezione dei partner; una certezza di gestione controllata centralmente; la certezza di un unico riferimento e la garanzia di solvibilità; la tracciabilità di processo nelle dichiarazioni di conformità; un continuo processo evolutivo adeguato ai cambiamenti di mercato.

 

Ranieri Marchisio – Rhiag Group

La rete ‘a posto’ di Rhiag Group è un network storico che da sempre collabora con il mondo delle flotte. Nata principalmente come rete meccanica, che conta circa 1.700 officine, oggi si avvale di un circuito di carrozzieri composto da 250 affiliati.

Sul palco è quindi sa
lito Ranieri Marchisio che ha spiegato cosa significa avere a che fare con le flotte di noleggio, quali esigenze hanno e quali servizi offre Rhiag ai suoi carrozzieri affiliati.
La mission dell’azienda è quella di portare “un beneficio” sia alle officine sia ai carrozzieri, soprattutto in un mercato, come quello della carrozzeria, in cui prevale il ricambio originale. In questo contesto, dunque, Rhiag cerca di essere soddisfacente verso i suoi interlocutori, valorizzando al massimo le sue competenze.

“Non propongo al mercato il solo ricambio di carrozzeria perché non è quello che serve. La nostra proposta è quella di andare verso noleggiatori, con cui abbiamo dei dialoghi aperti, e offrire loro un’attività complementare di servizio”, commenta Ranieri Marchisio.

Il relatore ha poi spiegato quanto il mondo del noleggio sia molto esigente e quanto sia alla ricerca di strutture sempre più grandi e organizzate capaci di stare al passo in un mercato in continua evoluzione: “oggi c’è bisogno di centri plurispecialistici che portino avanti investimenti e che siano in grado di gestire quantità di veicoli con volumi importanti.
Per questo motivo, per esempio, ci vogliono dei back office dedicati che si interfaccino con le flotte e che ascoltino le loro richieste. Noi questo in Rhiag lo facciamo, abbiamo del personale ad hoc che fa da tramite tra il network e le flotte”.

 

Roberto Sanvito – Basf

A dimostrazione di quanto la carrozzeria e la meccanica si stiano avvicinando, è salito poi sul palco Roberto Sanvito di Basf (prima in Bosch), persona che rappresenta perfettamente la fusione di questi due mondi.

“Le officine e le carrozzerie sono due settori che sono stati separati per molti anni, come all’epoca l’elettrauto e il meccanico, ma che adesso si toccano. È più facile però che un carrozziere diventi meccatronico che viceversa, anche se qualche autoriparatore si sta già muovendo verso questa direzione. I due comparti, infatti, si stanno parlando e molto probabilmente si uniranno: è un trend che vediamo chiaramente”.

Il settore delle vernici, inoltre, si confronta anch’esso con i canalizzatori (flotte e assicurazioni). In virtù di questo, Basf è alla ricerca di carrozzerie di un certo livello, strutturate, capaci di lavorare e che utilizzano prodotti e attrezzature all’avanguardia.
“Il primo elemento, infatti, è quello di costruire carrozzerie che siano appetibili per questi ‘influencer’. Per aiutarli nel loro processo di crescita professionale, dunque, Basf supporta gli artigiani con una gamma di qualità e tendendo vivo il rapporto diretto”.

Sanvito ha poi concluso il suo intervento ipotizzando un futuro diverso da quello attuale: “La vernice in Italia vive un canale a parte, quello del colorificio, ma in un prossimo futuro potrebbe cambiare qualcosa. Oggi è ancora difficile andare da un ricambista e proporgli di mettere in negozio le vernici, ma l’arrivo di questi big player internazionali, che hanno in gamma di tutto e di più come un vero ‘supermercato’, potrebbero presto cambiare le carte in tavola. Una cosa però è certa: ci vuole e ci vorrà sempre competenza e professionalità”.

Photogallery

Tags: basf auto180 rhiag RipArte ricambistiday

Leggi anche

2019© Collins Editore - P.Iva 13142370157