News | 30 Ottobre 2017 | Autore: redazione

E se AkzoNobel si unisse con Axalta?

AkzoNobel si fa avanti nei confronti della rivale Axalta. Nascerà un colosso da più di 30 miliardi di dollari?
 

Stando a quanto riporta in esclusiva Reuters, AkzoNobel avrebbe “approcciato” la rivale Axalta Coating Systems per trattare una possibile fusione. Nascerà un nuovo colosso?
Proprio oggi AkzoNobel ha confermato, attraverso una nota, di portare avanti la negoziazione.

Se la trattativa andasse a buon fine verrebbe a crearsi un colosso di circa 31 miliardi di dollari. AkzoNobel, infatti, ha un giro d’affari di 22,6 miliardi di dollari, mentre Axalta di 8,1 miliardi di dollari.

Recentemente, al quotidiano economico Het Financieele, Ton Buchner, CEO di AkzoNobel, dichiarò di puntare a far crescere l’azienda sia dal punto di vista organizzativo sia attraverso acquisizioni.

A proposito di AkzoNobel ricordiamo che quest’estate, dopo un lungo corteggiamento, lo statunitense PPG rinunciò al produttore olandese. Infatti, PPG, dopo tre trattative, gettò la spugna e ritirò l’offerta di 29,6 miliardi di euro. In questo caso svanì il tentativo di creare il più grande gruppo al mondo nel settore vernici, ma sicuramente se questa trattativa con Axalta dovesse andare a buon fine, Sherwin Williams e Valspar, che hanno concluso il loro accordo di acquisizione a giugno 2017, avrebbero filo da torcere.

Qualcosa sta cambiando e questa trattativa di AkzoNobel con Axalta, se dovesse andare in porto, è destinata a cambiare le carte in tavola sul mercato.
 

Photogallery

Tags: axalta coating system akzonobel vernici

Leggi anche

NEWS | 05/06/2017PPG rinuncia ad AkzoNobel
2017© Collins Editore - P.Iva 13142370157